HAPPY NEW CHINESE YEAR!

Happy new Chinese year.png

BUON NUOVO ANNO CINESE!

Questo nuovo ciclo lunare sta portando alla nostra scuola tantissime buone novità e ottime prospettive e siamo solo all’inizio! Keep Blasting Tigers! 

Ad Hong Kong i nostri cugini della scuola Yun Fook Tong stanno ancora festeggiando (il capodanno dura ben una settimana!), ma il nuovo anno cinese è iniziato il giorno 26 gennaio 2009. Entriamo nell’anno del toro (lasciamo l’anno del Topo) sotto l’elemento terra. L’anno del Toro terminerà il 13 febbraio 2010.

Il calendario lunare cinese secondo la tradizione risale al 2637 a.C. quando l’ imperatore Huang Ti introdusse il primo ciclo del suo Zodiaco. L’unità di misura del suo sistema è un ciclo composto da 60 anni, suddiviso in cinque cicli di 12 anni.

Durante il ciclo ognuno dei segni animali (12) è combinato con gli elementi essenziali e primitivi (5), formando il ciclo di 60 anni (12×5):

 

LEGNO maschile: CHIA femminile:

Yi

dominato: Giove
FUOCO PING

TING

Marte
TERRA WU CHI Saturno
METALLO KENG HSIN Venere
ACQUA JEN KUEI Mercurio

Secondo la leggenda il Buddha nel presentimento della sua fine terrena, chiamò a raccolta tutti gli animali della terra, ma di questi solo 12 andarono ad offrire il loro saluto. Come premio dunque per la loro fedeltà il Buddha decise di chiamare ogni anno del ciclo lunare con il nome di ciascuno dei 12 animali accorsi. Il topo, furbo e veloce di natura, arrivò per primo. Il diligente bue arrivò secondo, seguito dall’intrepida tigre e dal pacifico coniglio. Il drago arrivò quinto seguito subito dal suo fratello minore, ovvero il serpente. L’atletico cavallo fu settimo e l’elegante pecora ottava, subito dopo arrivò l’astuta scimmia, e poi ancora il coloratissimo gallo, il fedele cane per poi finire con il fortunato maiale che arrivò appena in tempo per salutare anch’egli il Buddha.

Zodiaco cinese.jpg

Sempre la leggenda spiega come mai il piccolo e furbo topo riuscì a battere il grande e onesto Toro, arrampicandosi sul suo dorso evitò di percorrere la strada per arrivare all’Illuminato e giunto sul luogo saltò il bue e salutò il Buddha.

Da notare che nel 2009 comincerà l’anno 2553 dell’era buddista, infatti tanti anni sono passati da quella notte del 545 a.C. in cui il principe Siddhatta pervenne al supremo risveglio e divenne un buddha. Da quella data si cominciano a contare gli anni della «dispensazione» (sasana), ossia dell’era in cui gli uomini hanno la possibilità di por fine al dolore grazie agli insegnamenti del nobile asceta della stirpe dei Sakya.

Può interessare evidenziare come, a differenza dei cristiani, che contano gli anni dalla nascita di Gesù, i buddisti li contino dal risveglio, ossia dal conseguimento della buddità, perché solo da quel momento in poi si rese disponibile l’insegnamento di un buddha: infatti prima di quel giorno Siddhatta era solo un bodhisatta, ossia un buddha in potenza, ma non ancora in atto.

Si dice siano esistiti molti Buddha e che il principe Siddhatta della stirpe dei Sakya sia solo l’ultimo di una lunga serie e l’unico di cui siano arrivati a noi gli insegnamenti.

HAPPY NEW CHINESE YEAR!ultima modifica: 2009-01-26T11:51:00+01:00da yunfooktong
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento