LA DIFESA PERSONALE PENSATA PER LE DONNE

Difesa Donna.jpgMETODO DIFESA DONNA

Insegno arti marziali da decine di anni sia agli uomini che alle donne, ma alle mie allieve consiglio sempre di frequentare anche i miei corsi di anti-aggressione femminile. Ho adottato il metodo DIFESA DONNA perchè è davvero adatto a loro e lo ritengo la migliore “arma” per fermare la violenza contro le donne.

“I corsi di Antiaggressione femminile Metodo Difesa Donna sono rivolti a donne di qualsiasi età, non sono corsi di fitness né di preparazione atletica. Il lavoro fisico è stato studiato per poter essere affrontato senza difficoltà da chiunque, indipendentemente dall’età, grado di allenamento, struttura fisica.

Il programma affronta ogni aspetto della sicurezza. L’arma numero uno è quella che permette di evitare l’aggressione: la prevenzione. Vengono analizzate con le allieve le varie situazioni di rischio, dati consigli su come comportarsi in auto, in treno, a piedi, eccetera. Inoltre, si prendono in considerazione pregi e difetti delle “armi occasionali” e degli strumenti difensivi che si possono avere sempre a disposizione (chiavi, spazzole, penne sfera, pepper-spray). Viene data grande importanza ai “confini personali” e al linguaggio del corpo. Si allena il colpo d’occhio, il riflesso istintivo e la visione periferica. L’allieva impara quindi a sviluppare una mentalità difensiva che porterà con sè per tutto il resto della vita.

Se, nonostante la prevenzione, il pericolo si presenta, allora si passa alla “difesa verbale”. In questa fase si insegna alle allieve ad affrontare il confronto verbale con l’ipotetico aggressore. L’allieva impara ad assumere una “posizione di avvertimento” che unita alla difesa verbale può scoraggiare l’aggressore a mettere in atto le sue intenzioni.

27e1261bc92943f18575299a45e85051.jpg

Nel caso l’aggressore non dovesse fermarsi è la “difesa fisica” lo step successivo. Partendo dalla posizione in piedi, si apprendono alcuni colpi molto semplici ed efficaci portati con le mani, i gomiti, e le ginocchia.

L’ultimo strumento a disposizione è la “difesa fisica a terra”. Calci a vari bersagli del corpo dell’aggressore, che si può trovare in piedi o a terra. Acquisizione di una buona familiarità col movimento al suolo utile per togliersi di dosso l’aggressore e spostarsi rapidamente verso una via di fuga. Tutto questo è contenuto nel programma di tecniche antistupro, che insegnano come reagire e rovesciare la situazione quando l’aggressore si trova a terra a stretto contatto fisico con l’allieva.

 

99fdd1841766d1ece1b894b25902d9f0.jpg

A questa situazione viene dato ampio spazio. In un’aggressione ci sono altissime possibilità che la donna venga spinta o trascinata a terra. Le nostre allieve imparano a gestire anche una situazione di così alta difficoltà.

I principi guida del programma Difesa Donna sono la determinazione a non essere una vittima, l’immediatezza e la semplicità della reazione. Nella semplicità risiede l’efficacia. Non vengono insegnati pugni né calci coreografici e ogni allieva è in grado fin dalle prime lezioni di portare i colpi.

 

73dc06ac88db23d45661965f8e5963f5.jpg

Durante il corso, le allieve non provano mai le tecniche tra di loro ma esclusivamente con gli istruttori o con gli assistenti. In questo modo, imparano a misurarsi con un avversario di forza fisica superiore.

Le tecniche imparate nel livello base  vengono provate durante delle simulazioni di aggressione  sotto effetto adrenalinico, fondamentali per imparare a gestire le reazioni sotto stress emotivo. Gli istruttori indossano delle particolari protezioni che permettono alle allieve di portare i colpi a piena potenza e con pieno contatto, garantendo la massima sicurezza.

Nel corso di livello avanzato si affrontano temi più complessi come situazioni con più aggressori, minaccia con arma da taglio, simulazioni di livelli di difficoltà maggiori.

Tutto questo bagaglio permette all’allieva di sviluppare una mentalità difensiva che porterà con sé per sempre.”

 

 

LE VOSTRE TESTIMONIANZE:

 

La voglia e la capacità di potersi ribellare

Interessante, coinvolgente, “tira fuori” qualcosa che è silente dentro di te: la voglia e la capacità di potersi ribellare. Lo consiglio.

Francesca
Corso Difesa Donna
2007 di Ronchi dei Legionari

 

 

So difendermi, posso difendermi

Questo corso di antiaggressione femminile mi è servito molto per rendermi conto della mia forza, di ciò che sono in grado di fare. Ho capito che posso difendermi, che so difendermi e, volendo, posso colpire molto forte. Mi ha anche permesso di imparare nuove tecniche diverse dalla kickboxing.

Giovanna
Corso Difesa Donna 2007 di Ronchi dei Legionari

 

 

Più attenta, piu’ tranquilla

Ho iniziato il corso di antiaggressione lo scorso ottobre e posso dire che in sole otto lezioni sono riuscita in parte a superare le insicurezze dovute al mio problema. Sono più tranquilla quando cammino per strada e sono consapevole pienamente del pericolo che corriamo uscendo di casa. Secondo me questo corso ha un’ottima validità se preso seriamente e lo consiglio a tutte le donne e ragazze.

Serena
Corso Difesa Donna 2007 di Ronchi dei Legionari

 

 

PER MAGGIORI INFO SUL METODO “DIFESA DONNA”:

 

WWW.DIFESADONNA.IT

 

 

PER MAGGIORI INFO SULLA DIFESA DEI DIRITTI DELLE DONNE:

 

TELEFONO ROSA

 

FIOCCO BIANCO

 

AIDOS
 

  

 

 

LA DIFESA PERSONALE PENSATA PER LE DONNEultima modifica: 2008-01-18T12:55:00+01:00da yunfooktong
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “LA DIFESA PERSONALE PENSATA PER LE DONNE

Lascia un commento